Gentilissimi Colleghe e Colleghi,

nell’ambito del nostro consueto servizio di aggiornamento in materia previdenziale/assistenziale, facendo seguito ai nostri precedenti comunicati, Vi informiamo che il legislatore è intervenuto di nuovo sul fronte dell’esonero contributivo di professionisti e lavoratori autonomi, con l’articolo 3 del decreto Sostegni approvato dal governo venerdì scorso. La norma apporta alcune modifiche ai commi 20-22 dell’articolo 1 della legge di Bilancio per il 2021 (la 178 del 2020), che prometteva per l’anno in corso un esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali anche in favore dei professionisti iscritti alle casse previdenziali, che avevano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50mila euro e subito un calo del fatturato nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quello del 2019.

La modifica di maggior interesse riguarda l’ampliamento dello stanziamento da 1 a 2,5 miliardi di euro. L’agevolazione dipende comunque dai decreti del ministero del Lavoro (di concerto con il ministro dell’Economia), ancora non emanati, nonostante la scadenza del 1° marzo sia già trascorsa.

Allo stato, nonostante le previsioni dei tecnici Ministeriali (che paiono francamente piuttosto aleatorie, non potendo avere precisa contezza di quanti professionisti denunceranno il calo di fatturato previsto dalla norma), rimane arduo prevedere in che misura l’esonero potrà impattare sugli obblighi contributivi degli iscritti a Cassa Forense; rimane comunque ad oggi fermo il rinvio dei termini per il pagamento del contributo minimo 2021.

Sarà comunque nostro onere tenerVi informati sui futuri sviluppi della vicenda.

Vi informiano inoltre che, stante il protrarsi dell’emergenza sanitaria, sono stati ulteriormente prorogati al 31/03/2021 i termini per una serie di adempimenti di cui all’allegata tabella (fonte Cassa Forense).

Vi ricordiamo come sempre che, nonostante le restrizioni in atto, il servizio di consulenza previdenziale/assistenziale tradizionalmente offerto dal Sindacato Avvocati è garantito ogni martedì mattina, dalle ore 11 alle ore 13, in via telematica tramite collegamento Skype (account: Sindacato Avvocati Firenze e Toscana) con i colleghi Urbano Rosa e Massimo Capialbi.

Siamo inoltre disponibili, per una prima consulenza, anche via mail all’indirizzo: INFO.CASSA@SINDACATOAVVOCATIFIRENZE.IT

A presto.

Il Sindacato Avvocati Firenze e Toscana